Apartments Aosta Maison Croix de Ville nel Cuore di Aosta

Aosta 5 Luoghi da Non Perdere

State organizzando un viaggio ad Aosta ma non sapete ancora cosa visitare? Oggi vi sveleremo cosa fare ad Aosta o meglio i 5 luoghi che assolutamente non potete non visitare di questa città, meta perfetta per qualsiasi stagione dell’anno.

Prima però un po’ di storia, per immergerci meglio nella cultura del territorio. Aosta, capoluogo della regione, è una piccola cittadina che conserva molte tracce del suo passato. Fondata nel 25 a.C. dai romani, con il nome Augusta Praetoria Salassorum in onore dell’imperatore Augusto, è stata definita “la Roma delle Alpi”.

Non a caso infatti, Aosta è la seconda città italiana, dopo ovviamente Roma, a conservare il maggior numero di resti romani. La città era delimitata da una cinta muraria di protezione e l’accesso era permesso attraverso 4 porte posizionate ai quattro punti cardinali. Grazie alla presenza delle Alpi e alla cinta muraria, la città non subì notevoli invasioni.

Aosta oltre ad avere tracce dell’epoca romana conserva anche i resti, non meno importanti, di epoca medievale, epoca in cui furono costruiti perlopiù torri e chiese.

Passeggiando tra le vie di Aosta

Ma ora addentriamoci nel cuore della città e godiamo delle meraviglie che ci presenta, passeggiando tranquillamente per il centro storico, ricco di storia e cultura. Dal centro storico di Aosta è possibile infatti raggiungere i punti più caratteristici di questa città.

L’Arco di Augusto

Immaginate di passeggiare nel centro di Aosta, a poche decine di metri da voi c’è il primo simbolo di questa città: L’Arco di Augusto. 

Arco di Augusto nel centro di Aosta
Agnello, CC BY-SA 3.0 , via Wikimedia Commons

Costruito nel 25 a.C. per festeggiare la vittoria dei romani sui salassi, l’arco è costituito da una sola fornice con volte a botte.

Mentre lo stile rappresenta un giusto connubio tra lo stile dorico, presente nella trabeazione, e lo stile corinzio che caratterizza i capitelli delle dieci colonne.

L’Arco di Augusto testimonia la grandezza dell’epoca romana e di fatto è diventato uno dei simboli più importanti per gli abitanti di Aosta.

La Porta Pretoria

Lasciandoci alle spalle il nostro arco e proseguendo la nostra passeggiata, troviamo un altro emblema di questa città: La Porta Pretoria.

Come già accennato, le porte che consentivano l’accesso nella città erano quattro, una per ogni punto cardinale.


La Porta Pretoria rappresenta l’ingresso orientale, si conserva quasi perfettamente con i suoi tre archi e due torri laterali. L’arco centrale, più ampio, era utilizzato per il passaggio dei carri, mentre quelli laterali per i pedoni.

Resterete affascinati dalla sua bellezza percorrendo la passerella interna.

Porta Pretoria nel centro di Aosta

Cerchi un posto dove dormire ad Aosta?

Scegli i nostri appartamenti di charm in pieno centro

Il Teatro Romano

A pochi passi dalla Porta Pretoria troviamo il Teatro Romano, costruito qualche decennio dopo la fondazione della città.

Teatro Romano nel centro di Aosta

Del teatro restano le gradinate che ospitavano gli spettatori, l’orchestra in cui si esibiva il coro, le fondamenta del muro di scena e la facciata meridionale, alta ben 22 metri, a cui fanno da sfondo le Alpi.

Durante il periodo estivo il teatro ospita concerti e spettacoli, mentre nel periodo natalizio fa da cornice ai mercatini di Natale, creando un’atmosfera unica e suggestiva.

Piazza Emile Chanoux

Nella zona centrale della città vi è la piazza principale di epoca contemporanea. Un tempo intitolata a Carlo Alberto di Savoia, ma successivamente venne cambiato il nome in Emile Chanoux, martire della Resistenza contro il nazifascismo in Valle d’Aosta.
La piazza, di forma rettangolare ospita il palazzo del Municipio.

Piazza Emile Chanoux nel centro di Aosta
Luca Aless, CC BY-SA 3.0 , via Wikimedia Commons

Il Criptoportico Forense

Un’altra eredità lasciata dai romani alla città di Aosta è senza dubbio il Criptoportico Forense, imponente monumento sotterraneo riconosciuto come patrimonio dell’UNESCO nel 2020.

Criptoportico Forense nel centro di Aosta
Nadir Balma, CC BY-SA 4.0 , attraverso Wikimedia Commons

Il Criptoportico circondava l’area sacra del Foro, di epoca augustea, ed è caratterizzato da una galleria che si articola in tre bracci divisi in due navate. I tre bracci sono disposti a ferro di cavallo e lasciano aperto il lato meridionale.

Per quanto riguarda la sua funzione, ad oggi non vi è ancora la certezza di quale fosse, ma guardando anche ad altri esempi archeologici di criptoportico si ipotizza che avesse sia funzioni strutturali, ma anche liturgiche-politiche.

Aosta vi aspetta!

Questi sono solo alcuni dei punti più caratteristici di questa meravigliosa cittadina, ora non ti resta che raggiungerci e guardare con i tuoi occhi tutte le bellezze che riserva, immergendoti nella città degustando prodotti tipici locali e approfittando delle numerose escursioni a pochi passi.

Cosa aspettate?

Aosta è pronta ad accogliervi, in qualsiasi periodo dell’anno! Se avete bisogno di soggiornare anche in un comodo appartamento storico dotato di tutti i comfort non esitare a contattarci.

Cerchi un posto dove dormire ad Aosta?

Scegli i nostri appartamenti di charm in pieno centro